image-592

facebook
whatsapp
image-452

facebook

Tutto pronto per la III edizione degli Stati Generali della Zeza

2021-02-12 13:14

author

Attualità, La Zeza di Cesinali,

Tutto pronto per la III edizione degli Stati Generali della Zeza

Due giorni di studi, approfondimenti e rappresentazioni teatrali carnevalesche

news93-1616671559.png

Tutto pronto per la III edizione degli Stati Generali della Zeza. Due giorni dedicati a studi, approfondimenti e rappresentazioni teatrali carnevaleschi. L’appuntamento è on line domani 13 e domenica 14 febbraio. L’evento verrà trasmesso dallo storico Palazzo Pironti di Montoro. In collegamento dall’Irpinia ci saranno, la Zeza di Cesinali, Bellizzi Irpino, Capriglia Irpina, Monteforte Irpino, la Zeza co’ ntreccio Borgo Carnevale Montoro e lu Squaqqualacchion di Teora. Saranno presenti i Carnevali napoletani, del Molise, Val d’Aosta Trentino Alto Adige, Lombardia e Abruzzo. Speciale collegamento con le Maschere di Bali dell’Indonesia e con il Museo del Carnevale e delle maschere di Binche del Belgio. Ogni associazione rappresenterà le caratteristiche storiche e culturali della propria manifestazione attraverso la proiezione di un video. L’evento è organizzato dall’Associazione Culturale Il Simposio, Borgosalus, Scuola Sitec POL.I.S.A. di V.V. Polo Universitario di Montoro, Scuola Alta Formazione Novatlantis. Il direttore artistico è Nicola Valerio Ricciardelli.SI tratta di due giornate di studi, approfondimenti, rappresentazioni teatrali intorno alla Zeza in un dibattito artistico-culturale e scientifico che parte dalla Zeza e confluisce all’interno del contenitore drammaturgico-popolare che emana caratteristiche e peculiarità filologiche, antropologiche e di stilizzazione proprie di ognuna delle ZEZE Irpine e campane. Stati Generali della Zeza è un evento che mira alla rivalutazione delle antiche tradizioni carnevalesche, ai suoi sviluppi ed elaborazioni, nonché alla riscoperta dei significati della maschera, delle maschere e dell’azione del mascherarsi, del divenire altro da sé e agli sviluppi di Teatro-Musica-Danza, elementi fondanti la Festa dei carnevali Irpini, a partire da MONTORO, che permettono di "aprirsi" verso altre esperienze teatrologiche, scenologiche e musicali del mondo legate alla maschera. Rappresentare la propria tradizione drammaturgica comico-farsesca al di fuori del contesto dove è ben radicata essendovi nata, si traduce in opportunità per spiegare, rendendole più fruibili, le qualità artistiche e la passione che traspare nel travaglio per la mise en scene, evidenziate dagli attori e dall’organizzazione in toto. Ne deriva l’evidente stato di necessità di riportare la gente, il popolo, il turismo culturale nei luoghi d’origine in cui per la prima volta si è espressa la teatralità in questione che per il suo carattere drammatico, per le particolarità delle scene e dei costumi, appartiene a quel posto e alla gente che lo abita e non ad altri posti e ad altra gente che fittiziamente ne fruisce in un tempo limitato e ovviamente inibito alla comprensione dei significati intimi. Nelle due precedenti edizioni ( 2019 - 2020) abbiamo avuto come ospiti le ZEZE dell’Appennino irpino in Campania e alcuni carnevali locali con intrecci di musicisti e personaggi mascherati che fanno parte della sceneggiatura primordiale del nostro carnevale qui nel sud Italia. Abbiamo attivato laboratori e didattica grazie all’esibizione di attori di Zeze irpine storiche ( la Zeza irpina risente molto degli stili recitativi e posturali tipici della commedia dell’arte) nei generi della satira e della farsa, del comico e del grottesco. Come sempre attiveremo un convegno/dibattito sull’usanza del mascheramento, sui significati sociali, sul grado ed efficacia di incidenza sulla tenuta coesiva della comunità parlandone con antropologi degli atenei campani, della Calabria e della Sapienza di Roma (UniRoma1), con il Direttore del Museo degli usi e dei costumi della gente trentina di San Michele all’Adige l’Antropologo Giovanni Kezich, e con la Direttrice di Musèe de carnaval et des masques di Binche in Belgio Clemence Mathieu, con Enrico Bonavera del "Piccolo di Milano", con Eduardo Ricciardelli "Accademia Teatro di Roma", con studiosi e accademici delle tradizioni popolari. Avremo ospite sua Eccellenza il Console Italiano in Bali che da Diplomatico e grande appassionato ci condurrà nella magia delle maschere balinesi. Stati Generali della Zeza è un evento in crescita e che quest’anno diventa appunto "internazionale"; Il 13 e 14 febbraio 2021 ci si confronterà dunque (collegandosi in piattaforma online) con le molteplici esperienze culturali legate al carnevale e a "rituali di transe" e di "iniziazione", maggiormente con le celebri maschere balinesi di cui assisteremo in diretta, a performance originali. Durante i due giorni di approfondimento, gli utenti online guarderanno i filmati delle esperienze carnevalesche, dall’Isola di Bali alle mascherate e alle Zeze del sud Italia e della Liguria (Carnevale del Sùvero " i Belli e i Brutti") e delle terribili e diaboliche maschere del Molise ( lo Gl’Cierv di Castelnuovo al Volturno) così come di Castiglione di Messer Marino ( Chieti) con "Lu Pulgnelle", dalle Zeze irpine alle maschere del Comité DI POUDZO Variney-Signayes della Val d’Aosta. Gli spettatori avranno l’opportunità di interagire con gli attori e gli antropologi in collegamento ponendo domande e/o discutendo anche sui temi culturali attinenti.

Direttore responsabile Katiuscia Guarino
​redazione@irpiniareport.it

Irpinia Report - Quotidiano d'informazione della Campania e della Provincia di Avellino. Registrazione Tribunale di Avellino n.1/2011 del 3 febbraio 2011
Copyright © Irpinia Report Partita IVA: 02606770648 - Tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione, anche parziale, senza inequivocabile autorizzazione dell'editore

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder